Cello Suite BWV 1008

Sabato scorso, lavorando a lezione il preludio dalla suite 1008 di Bach, mi sono ricordato che da qualche parte avevo una registrazione live del 2004. Erano anni in cui stavo sperimentando l'articolazione barocca con maggior flessibilità e libertà. Anni in cui ascoltavo più Bylsma, Wispelwey e Cocset piuttosto che Casals, Rostropovich e Maisky.

Ho sempre trovato questa suite speciale all'interno dei 6 solo per violoncello. Un lungo monologo tra Bach e il Divino, combattuto tra momenti di grande drammaticità e sublime dolcezza. Purtroppo, l'amico e collega che registrò fece un errore nei minuetti che nella registrazione sono omessi. La condivido con voi sperando vi piaccia.

Featured Posts
Recent Posts